Ricette di cucina

contorni interessanti

La polenta

La polenta ci rimanda alle nostre antichissime origini contadine e quindi al nostro passato.

a cura di: Francine Reculez

La ricetta base

Cosa ti serve:

Le dosi variano a seconda della regione d’origine della farina e della macinatura. In linea di massima, per ottenere una polenta piuttosto soda (da tagliare a fette, per intenderci), conta 250 gr di farina (media o grossa) per 1 litro di acqua. Il tempo di cottura è di circa 1 ora per la farina grossa e di 40 minuti per quella media. Per una polenta cremosa, da usare anche come minestra, usa farina media e conta circa 150 gr di farina per 1 L di acqua. Anche in questo caso bastano 40 minuti.

Come la prepari:

Fai bollire l’acqua con sale (un cucchiaio per ogni litro di acqua). Getta la farina a pioggia mescolando con una frusta. Quando l’ebollizione riprende, abbassa la fiamma al minimo e metti il coperchio. Non è necessario girare continuamente la polenta. Per quella soda è sufficiente girare di tanto in tanto. Per quella cremosa, puoi proprio farne a meno, si rimescola praticamente da sola con l’ebollizione.

Polenta fritta

Una vera golosità per i bambini: prepara una polenta soda, versala in uno stampo da plum cake e lascia raffreddare. Tagliala a fette o a bastoncini e friggila in abbondante olio caldo. Puoi anche passarla in forno in una pirofila leggermente unta.

Polenta pasticciata

Taglia della polenta (anche avanzata) a fette. Sistemale in una pirofila con burro e formaggio a strati e fai gratinare. Puoi anche aggiungere una verdura lessata e saltata (bietole/erbette, spinaci, coste, radicchio trevisano o altro).

Infine,

la merenda povera dal passato

Basta versare un po’ di polenta appena preparata in una scodella e aggiungervi del latte appena intiepidito.

Tutto qui! A piacere, aggiungi un po’ di zucchero, di cannella, di puré di mele... insomma, fai tu.