Fiabe

C'era una volta una ranocchia (il boccone di cibo), che saltava allegramente da una foglia di ninfea ad un'altra (attorno al piatto) finché ad un certo punto vide un fiore bellissimo (la bocca) e decise di saltare in quello (boccone mangiato).

Allora chiamò sua sorella (nuovo boccone) che si mise a saltellare di qua e di là finché anche lei vide un fiore bellissimo e si avvicinò.

Era talmente profumato che decise di entrare anche lei.

Altro su: "La ranocchia nello stagno"

Pastalino alla scoperta della verdura
Era un pomeriggio piovoso, Pastalino ve lo ricordate quel bambino che fino a qualche tempo fa mangiava solo la pasta?
L'inverno ormai alle porte
Le giornate son più corte, qui l'inverno è ormai alle porte. Non si mangiano aragoste, ma delle buone caldarroste.
Filastrocca di marzo
In marzo nasce l'erba dentro il prato e le foglie sulle piante.
Fiaba delle castagne
Questa è la fiaba delle castagne, che entrano di bocca dalla montagna. Quando poi fanno capolino, il momento è ormai vicino.
Filastrocca del fagiolino
Ecco la rima di un fagiolino che non era bellisimo ma neanche carino.
La filastrocca dei mesi
Imparando bene i mesi, non possono nascere malintesi. Forza dai ripeti in fretta questa nuova favoletta.