Fiabe

Con un boccone sulla posata guardi il bimbo e dici:
“Sono Toro Bianco, e sono molto stanco, fammi entrare così posso giocare”.

Il bimbo apre la bocca per fare entrare Toro Bianco e tu prepari il nuovo boccone.

Ti fermi davanti alla bocca e guardando il bambino bene negli occhi gli dici ancora: “Sono Toro Seduto e lo so che ti è piaciuto, fammi entrare con te a giocare”, e via dicendo con un nuovo boccone e una nuova rima.

“Sono Toro Rosso e ho versato il latte addosso, fammi entrare con te a giocare”.

“Sono Toro Giallo, suono quando canta un gallo, fammi entrare…”

“Sono Toro Sdraiato e mi piace il gelato, fammi entrare…”

"Sono Toro Assonnato, non mi sono ancora svegliato, fammi entrare…”

“Sono Toro Rosa, sono allegra e graziosa, fammi entrare…”

“Sono Toro Celeste, so anche essere una peste, fammi entrare…”

“Sono Toro Saltante, sono bello ed elegante, fammi entrare…”

“Sono Toro Allegro, abbronzato mi rallegro, fammi entrare”.

Attenzione, però: si tratta solo di un allegro gioco! Il pranzo va sempre proposto e mai imposto, nè con lusinghe nè con minacce.

Altro su: "La filastrocca del boccone"

Filastrocca dei numeri
Ecco qui si danno i numeri, non si parla di cocomeri. Sono rime tutte nuove e la maestra ti promuove.
Un topino che girava per la giungla
La fiaba del topino per imboccare tuo figlio.
Filastrocca di Pierino
C'era una volta Pierino che stava andando in giro a cercare il suo amico Orso Bruno.
Filastrocca delle verdure
Ecco la storia di un'insalata, pronta a sposare una patata. Ma che gelosia questa carota, in poco tempo il piatto si svuota.
Le bimbe belle
Le bimbe belle, mangian molte tagliatelle.
Pierina Spinaciosa
C'era un volta Pierina Spinaciosa che correndo nel bosco incontra il suo migliore amico.