Fiabe

La fiaba del pupazzo di legno

C'era una volta un pupazzo di legno.

a cura di: Francesca Alberoni

C'era una volta un pupazzo di legno, prese di corsa un difficile impegno. Voleva coprirsi e con mille colori voleva vestirsi.

C’era una volta un pupazzo di legno che voleva vestirsi coi colori del cielo e della terra.

Si guardò attorno e vide un bell’albero in fiore con boccioli arancioni e foglioline verdi (indicate la pietanza nel piatto).

Subito se ne impossessò e se li mise addosso (a questo punto fate un bel boccone con carote e piselli al vostro bambino e metteteglieli in bocca).

Subito si rimise a girare e cammina cammina vide anche un cespuglio di fiori con delle belle radici (carne e verdura), un raggio di sole (frutta), una foglia delicata (insalata), un bocciolo di rosa (salmone) e così via.

Altro su: "La fiaba del pupazzo di legno"

Filastrocca di gennaio
Quanto freddo fa a gennaio, sembra proprio un nevaio. Ma siamo appena ritornati, sani e ben riposati.
Filastrocca dei risotti
Con la filastrocca sui risotti, sentirai anche dei botti. Se poi mangi la tua pappa, la tua altezza si sviluppa.
Filastrocca del fagiolino
Ecco la rima di un fagiolino che non era bellisimo ma neanche carino.
Filastrocca di marzo
In marzo nasce l'erba dentro il prato e le foglie sulle piante.
Filastrocca di settembre
Filastrocca di settembre: A settembre ci son frutti che vorrebbero mangiare tutti.
Gentucca cappellaia faceva dei cappelli
La filastrocca di Gentucca cappellaia che faceva dei cappelli che erano i piu' belli.