Fiabe

C'era una volta un pupazzo di legno, prese di corsa un difficile impegno. Voleva coprirsi e con mille colori voleva vestirsi.

C’era una volta un pupazzo di legno che voleva vestirsi coi colori del cielo e della terra.

Si guardò attorno e vide un bell’albero in fiore con boccioli arancioni e foglioline verdi (indicate la pietanza nel piatto).

Subito se ne impossessò e se li mise addosso (a questo punto fate un bel boccone con carote e piselli al vostro bambino e metteteglieli in bocca).

Subito si rimise a girare e cammina cammina vide anche un cespuglio di fiori con delle belle radici (carne e verdura), un raggio di sole (frutta), una foglia delicata (insalata), un bocciolo di rosa (salmone) e così via.

Altro su: "La fiaba del pupazzo di legno"

C'era una volta una cuoca felice
La filastrocca dell'attrice per invogliare tuo figlio a mangiare insatata, minestra.
Il carciofo di stagione
col carciofo di stagione, è sempre giusta l'occasione.
Una filastrocca per i tuoi risotti
Se il tuo bambino non mangia volentieri il risotto, ti proponiamo una filastrocca allegra per lui.
Filastrocca di gennaio
Quanto freddo fa a gennaio, sembra proprio un nevaio. Ma siamo appena ritornati, sani e ben riposati.
Filastrocca della pasta
Oggi mangio una pasta e non dico proprio basta. Apri presto la tua bocca, ti ripeto la filastrocca.
Gentucca cappellaia faceva dei cappelli
La filastrocca di Gentucca cappellaia che faceva dei cappelli che erano i piu' belli.